Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

La rigenerazione cutanea con PRP è una tecnica di recente comparsa nella pratica medica, per il ringiovanimento di varie zone del corpo, che prevede la stimolazione e l’attivazione dei fibroblasti della cute (cellule preposte alla produzione di collagene nella cute)  mediante le infiltrazioni nello spessore del derma di un gel biologico ad alto contenuto piastrinico, noto con il nome di PRP.

Utilizzo di emoderivati piastrinici e già nota da anni ed ampiamente utilizzata in vari campi della medicina (odontoiatria, ortopedia, chirurgia plastica,  odontostomatologia, gastroenterologia) per la rigenerazione di diversi tessuti danneggiate (cute, cartilagine, muscoli, ossa,  mucosa orale)..

Il PRP, ossia plasma arricchito di piastrine, si ottiene previo prelievo di sangue dal paziente e successiva centrifugazione della provetta di sangue. 

Al termine della centrifugazione, nella provetta si trovano tre componenti differenti: il precipitato rosso al fondo della provetta, che contiene la parte corpuscolata del sangue (globuli rossi,globuli bianchi e varie proteine di diverso peso molecolare), un anello bianco (buffy coat) a metà della provetta ed, infine, la parte liquida sierosa di plasma, nella parte alta della provetta, ricca di fattori di crescita piastrinici.  Questa componente sierosa viene aspirata e  addizionata o meno a sostanze che la rendono maggiormente densa. 

Nel caso di plasma non addizionato, questo viene direttamente iniettato nella zona da trattare,  con attivazione quindi delle piastrine,  che rilasciano vari fattori di crescita stimolando e accelerando il processo di guarigione e di rigenerazione dei tessuti.  Nel caso di plasma addizionato ad addensanti, il liquido ottenuto può essere utilizzate come un “filler” riempitivo nella zona da trattare. 

Dopo inoculo le piastrine attivate elaborano e immagazzinano e rilasciano vari fattori di crescita, i quali hanno fine ultimo quello di attivare e promuovere la rigenerazione del tessuto trattato.

La biorigenerazione con PRP deve essere intesa come un trattamento biologico che permette di ripristinare le migliori condizioni vitali della cute determinando un miglioramento dell’estetica della pelle e una ottimizzazione dei parametri fisiologici cutanei. Il trattamento con PRP rende più efficaci, in termini di effetti e durata, eventuali ulteriori trattamenti effettuati successivamente.

Può essere indicata sia nelle pelli giovani a partire dai 28-30 anni come prevenzione, sia nelle pelli mature come trattamento dell’invecchiamento cutaneo. Questa procedura può essere effettuata, secondo i casi, a livello di volto, collo, décolleté, dorso delle mani, addome, faccia interna delle braccia e delle cosce.

L’utilizzo del PRP Autologo (prodotto derivato dal proprio sangue) consente di escludere qualsiasi possibile forma di rigetto ed i rischi connessi all’utilizzo di molecole di natura animale o farmacologica. 

La tecnica di esecuzione è molto semplice e può essere trattata qualsiasi zona della cute. Possiamo utilizzare questo PRP per il ringiovanimento della cute del volto, del collo, del decolletè, del dorso delle mani, della faccia interna delle cosce e della faccia interna delle braccia. 

Inoltre, è una delle tecniche maggiormente utilizzate nel contrastare l’alopecia e l’effluvium.

Di norma vengono eseguiti 3 trattamenti distanziati di circa un mese l’uno dall’altro; in seguito per il mantenimento vengono generalmente eseguiti 2 trattamenti all’anno, distanziati di 6 mesi in uno dall’altro. 

Di norma nel corso delle prime 12 24 ore la cute trattata e interessata da minuscoli pomfi, che scompaiono spontaneamente nell’arco di poche ore. In una modesta percentuale di casi, per alcuni giorni dopo il trattamento, può verificarsi un leggero arrossamento, gonfiore, dolorabilità e sensazione di prurito nelle aree trattate, che tendono a scomparire spontaneamente senza la necessità di applicazione di creme o altro.

Unica complicanza frequente in corso di questo trattamento è la comparsa di qualche piccola ecchimosi della durata di pochi giorni, a seguito della lesione di una venuta dal passaggio dell’ago. 

Il trattamento con PRP è un metodo rigenerativo che allo scopo di mantenere sana la pelle e di contrastare i fenomeni di invecchiamento cutaneo. Sottoporvisi con regolarità consente di rendere qualitativamente migliore la pelle, ma non di correggere difetti già esistenti quali rughe, solchi, macchie, avvallamenti. I risultati divengono apprezzabili 15 giorni circa dopo il trattamento sotto forma di un graduale inturgidimento della cute che diviene più tonica e compatta, con colorito più acceso e superficie più liscia. 

L’entità e la durata del risultato nelle sedi di trattamento sono variabili e determinate oltre che dalle scelte attuate dal Medico, da diversi fattori quali le caratteristiche della cute, le condizioni fisiche generali del paziente, le sue abitudini di vita, le influenze ormonali. Vi sono dunque, come per qualsiasi altro trattamento medico-chirurgico, risposte individuali, più o meno significative, all’utilizzo del PRP. 

L’utilizzo del PRP  trova impiego nei tali casi:

  • bíorigenerazione della cute
  • modulazione di esiti chirurgici
  • alopecia e caduta dei capelli
  • ringiovanimento della cute della cosa della regione vulvare
  • trattamento del lichen sclero-atrofico della regione vulvare e della secchezza vulvovaginale
  • rigenerazione di cartilagine in ambito ortopedico.  

Dr.ssa Stefanie Strauss

La Dr.ssa Stefanie Strauss, si occupa di Medicina Estetica con estrema professionalitá, grande esperienza, serietá e rigore, ottenendo successi e ottimi risultati. Riceve su appuntamento per consulenze negli studi di Torino e Pinerolo.

Contatti

P. Iva 09224810011
Ordine dei Medici di Torino n. 20577
 
Studio: Piazza Solferino, 9, 10121 Torino
Telefono: +39.347.7826556 
E-Mail: info@straussmedicinaestetica.it
Web: http://www.straussmedicinaestetica.it

Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti, per assicurarti la migliore esperienza nel sito. Per saperne di più ed eventualmente disabilitarli consulta la Cookie Policy. Se prosegui nella navigazione acconsenti all’utilizzo dei cookie.